STORIA DI UN'ESPERIENZA FORMATIVA.
INTERVISTA A VINICIO SEVEGNANI, MAESTRO ARTIGIANO PITTORE EDILE

 

 

Come è nata l’idea di collaborazione?

Tutto è iniziato con la manifestazione Artingegna: noi Maestri Artigiani Pittori Edili avevamo predisposto un cubo di cartongesso che i ragazzi del Liceo Artistico hanno poi decorato: una piccola opera d’arte che è rimasta alla scuola e celebrata con una festa.

Da questa simpatica esperienza è nata l’idea di una giornata di docenza sui murales a cura dei Maestri Artigiani Pittori Edili, dedicata ad allievi del 4° e 5° anno e compartecipata dai professori.

Ma la cosa più interessante è stato il principio che ha ispirato questa iniziativa: la complementarietà delle competenze.

Gli studenti - molto preparati e sicuramente più bravi di noi in disegno, decorazioni e creazioni artistiche - non avevano altrettanta dimestichezza con supporti e fondi che devono essere individuati e preparati con cura per garantire la tenuta dei murales nel tempo.

I Maestri Artigiani Pittori Edili – esperti invece in questi temi nel loro lavoro quotidiano – potevano offrire conoscenze su proprietà dei leganti, le tipologie di pitture e di supporti, fondi, e creare un’occasione per sperimentare sul campo concetti e tecniche.

Come avete affrontato la preparazione di questa lezione di 8 ore in aula?

Non è stato semplice perché nessuno di noi aveva esperienza di formazione in aula. Abbiamo lavorato in gruppo riflettendo su quello che ai ragazzi poteva essere utile: sono abituati a utilizzare colori vivi, anche acrilici, e per mantenere viva la loro arte non tutti i fondi sono adatti. Se non c’è il supporto giusto si rischia di perdere completamente il disegno.

Alcuni di noi hanno preparato una dispensa ad hoc, sintetica ed efficace, che è stata consegnata a ciascun allievo. Altri si sono concentrati sull’articolazione delle attività in aula - tra parte teorica e pratica - che avrebbero gestito insieme alternandosi nei vari temi.

 

Abbiamo deciso di introdurre il nostro intervento utilizzando le immagini come spunto di riflessione. È stata proposta agli studenti una carrellata di murales, ovvero disegni permanenti su facciate: normalmente si tende a considerarli semplicemente dei graffiti, invece è un’arte che riprende gli affreschi in chiave moderna, affermata soprattutto all’estero e ancora pioneristica in Italia. A Trento abbiamo un esempio nel progetto provinciale della pista ciclabile di Melta.

Ecco alcuni dei murales illustrati e commentati in aula: esempi di facciate con soggetti vari e trompe l'oeil che si trovano in Francia, Germania e Svizzera.

Ci siamo poi concentrati su due lavorazioni diverse: lo spolvero, una tecnica antica per il recupero di fregi sulle vecchie case o per creare una continuità architettonica su nuove facciate, e il tadelakt, un’altra tecnica usata in passato soprattutto nel sud Italia, in Spagna e nel nord Africa per isolare il fondo delle vasche e delle fontane, ora tornata di moda.

Che risultati avete ottenuto?

I ragazzi erano entusiasti! Il lavoro pratico, su cui abbiamo molto puntato, è stato molto apprezzato. Soprattutto hanno saputo eseguire molto bene la tecnica dello spolvero che consente di riprodurre fedelmente disegni e forme secondo il proprio gusto estetico.

Gli studenti hanno applicato anche il tadelakt in modo soddisfacente per il tempo a disposizione, pur richiedendo questa affascinante tecnica una manualità più complessa.

Abbiamo avuto anche il supporto degli insegnanti cui abbiamo chiesto espressamente di essere presenti alla lezione “laboratorio” per costruire congiuntamente il lavoro con i ragazzi, come esperti della gestione d’aula e conoscitori dei loro allievi.

A conclusione del nostro intervento, insieme alla dispensa e ai materiali utilizzati abbiamo lasciato a tutti gli studenti una pettorina da pittori come ricordo di questa esperienza.

Anche noi siamo stati soddisfatti e riteniamo di aver creato un’ottima base per costruire prospettive future: si stanno infatti profilando ulteriori opportunità di collaborazione con la scuola che speriamo possano realizzarsi prossimamente!